Edoardo Sanguineti

PRIMO MAGGIO

Melone uscito rosso come sangue di sangennari

Arteria in alta eruzione dei tuoi vesuvi corsari

Garofano che mi scoppi come scoppiano le sante sommosse

Gonfia la tua lava lucente calda di canti e di spari

Illumina falci e martelli per queste scarlatte riscosse:

Operaio, questo tuo maggio è tutto di bandiere rosse.

Melone uscito rosso come sangue di cuori e di amori

Apri le tue fette mature come freschi si aprono i fiori

Getta da tutte le vene il vino delle ciminiere

Grida il tuo fuoco di pizze pazze e di pomodori

Imparami le buone rabbie e le forti feste vere:

Operaio, questo tuo maggio è tutto di rosse bandiere

Melone uscito rosso come rosso è il sangue vivente

Alza la tua brava bocca rotonda che ride ardente

Garibaldino e ardente mio proletario frutto

Giuoca il tuo terno tremendo sopra la ruota vincente

Il nero è il colore soltanto del livido lutto:

Operaio, questo tuo maggio di rosse bandiere è tutto

Partito lavoratore, il tuo melone lo assaggio:

Comunista, non c'è più sole se non ti scalda il suo raggio:

Italiano, è tutto di rosse bandiere il tuo maggio

EDOARDO SANGUINETI

1° maggio 1972