caminantes no hay camino, hay que caminar 

malablò è un luogo d'incontro. ospita opinioni, racconti, poesie, arte visiva, articoli, saggi

per leggere gli articoli clicca sulla parte sottolineata dei titoli o sui titoli che scendono da NUMERO... - leggi on line: www.strisciarossa.it; www.unoetre.it; www.malacoda3.webnode.it - sostieni 

ANTONIO GRAMSCI

PER UNA RIFORMA INTELLETTUALE E MORALE 

«Il "moderno Principe" deve e non può non essere il banditore e l'organizzatore di una riforma intellettuale e morale, ciò che poi significa creare il terreno per un ulteriore sviluppo della volontà collettiva nazionale e popolare verso il compimento di una forma superiore e totale di civiltà moderna. Ma può esserci riforma culturale e cioè elevamento civile del popolo senza una precedente riforma economica e un mutamento nella posizione sociale e nel mondo economico? Perciò una riforma intellettuale e morale non può non essere legata a un programma di riforma economica, anzi il programma di riforma economica è appunto il modo concreto con cui si presenta ogni riforma intellettuale e morale» 


Numero 24

parole &immagini di e per

Antonio Gramsci, Enrico Berlinguer

 Aller, Amnesty, ANPI, Bruni, Cochetti, emmequ, Emma, Fabi, Feninghi, Mazzoli, Moio, Pirone, Quattrucci, Vita

ENRICO BERLINGUER

PER LA GIUSTIZIA SOCIALE E LA LIBERTÁ 

La nostra iniziativa non è dunque un atto di propaganda o di esibizione del nostro partito. Vuole essere un atto di fiducia; vuole essere, ancora una volta, un atto di unità, cioè un contributo che sollecita quello di altri partiti per avviare un lavoro e chiamare ad un impegno comuni, che coinvolgano tutte le forze democratiche e popolari. Anche per questo suo carattere e intento unitario, il nostro progetto non vuole essere, non deve essere, io credo, un programma di transizione a una società socialista: più modestamente, e concretamente, esso deve proporsi di delineare uno sviluppo dell'economia e della società le cui caratteristiche e modi nuovi di funzionamento possano raccogliere l'adesione e il consenso anche di quegli italiani che, pur non essendo di idee comuniste o socialiste, avvertono acutamente la necessità di liberare se stessi e la nazione dalle ingiustizie, dalle storture, dalle assurdità, dalle lacerazioni a cui ci porta, ormai, l'attuale assetto della società. Ma chi sente questo assillo e ha questa aspirazione sincera non può non riconoscere che, per uscire sicuramente dalle sabbie mobili in cui rischia di essere inghiottita l'odierna società, è indispensabile introdurre in essa alcuni elementi, valori, criteri propri dell'ideale socialista... [Leggi oltre]

______________________________________________________________________________

cultura & società

***

Ricordare Berlinguer...

ripensare Berlinguer

di emmequ

A 35 anni dalla morte, Berlinguer è vivo più che mai. E fa ancora paura ai reazionari e ai rinunciatari della seconda Repubblica. Se ne parla, ma quasi sempre deformando il suo pensiero o riducendolo ad un'agiografia per anime belle.  Un grande quotidiano e il suo esimio direttore, maître à penser dell'Italia che si arrendeva, per la penna di una grande giornalista invitarono a "Dimenticare Berlinguer". L'ordine fu eseguito, anche da coloro che dovevano a Berlinguer e a quel PCI tutto ciò che erano: e da quel momento iniziò la resa teorica e poi politica al pensiero unico e al TINA, cioè al nuovo capitalismo. Fino alla odierna debacle. Riprendiamo in ogni forma il "racconto" di Berlinguer: per farne, con Gramsci, la base teorica da cui può muovere il pensiero socialista nuovo che oggi è necessario; e per riprendere il cammino nelle nuove condizioni... 

__________________________

Deserto Rosso

di Vincenzo Vita

...................................Si tratta di chiudere definitivamente un lungo ciclo. E di riaprirlo con idee, stili e volti diversi. Ambientalisti e digitali. Capaci, senza opportunismi o retoriche, di seguire la lezione dei femminismi... Che fare, allora? E' difficilissimo solo capire. Tuttavia, viene in soccorso un'ipotesi che lanciò all'epoca il compianto Lucio Magri: un "Epinay" delle sinistre, vale a dire il riferimento al congresso tenutosi nel 1971 nella cittadina francese in cui Mitterrand lanciò il percorso ricostituente dei socialisti francesi, divisi in rivoli e tribù disgregate. Il rilancio avvenne su basi culturali, prima ancora che politiche. E nacque la "forza tranquilla"...

_______________________

STORIE

Emma, "La sarta della Resistenza"

di Aldo Pirone

Giovedì scorso è morta una partigiana di 108 anni: Emma Fighetti. Era soprannominata "la sarta della Resistenza" perché il suo laboratorio a Milano era diventato una base per le attività clandestine contro i nazifascisti. Nel 2016 in occasione del 71esimo anniversario della Liberazione, il Ministero della Difesa la decorò medaglia e il diploma di partigiana. Raccontò in varie interviste "Preparavo la colla con acqua e farinae la distribuivo ai ragazzini...

__________________________

nel bel paese

***

Enrico Berlinguer

nel ricordo dell'ANPI

Oggi ricorrono 35 anni dalla prematura ed eroica fine di Enrico Berlinguer. Non ci uniamo al diluvio (si fa per dire) di lacrime di coccodrillo di chi o lo ha insultato in vita o lo ha tradito da morto, o tutt'e due le cose. Non ci soffermiamo sugli aspetti umani... e non intendiamo far parte del festino retorico che mentre piange il morto ne divora i brandelli. Ci interessa di più dissociarci attivamente dai discorsi di facciata, dalle false lodi alla politica, alla battaglia, alle idee ed alle pratiche di un grande dirigente del movimento operaio e democratico della nostra storia migliore... Fu protagonista...

la settimana enigmatica

di Riccardo Cochetti

Tra i più accaniti invidiosi delle fake news, i nostri media, unanimemente pronti a deplorare la civilissima legislazione dei Paesi Bassi in materia di eutanasia e suicidio assistito, si sono impudentemente lanciati con il ricorrente aplomb scandalistico-fondamentalista sulla drammatica vicenda della diciassettenne Noa Pothoven, lasciatasi morire in casa di fame e sete, circondata dall'affetto di familiari ed amici, dopo anni di depressione seguiti a ripetuti abusi sessuali subiti nell'infanzia...

_________________________

I tulipani di Mediaset

di Vincenzo Vita

Mediaset veste la maglia olandese, forse per motivi di mera utilità societaria. Il trasferimento della sede legale ad Amsterdam è stata motivata (il capitale ha la sua faccia tosta) con le differenze rispetto al diritto italiano in tema di "scalettature" azionarie. In termini pratici,...

_________________________

STORIE
Amnesty: alt allo sfruttamento dei minori 
nelle miniere di cobalto del Congo

di  CARLO FENINGHI https://www.strisciarossa.it/amnesty-alt-allo-sfruttamento-dei-minori-nelle-miniere-di-cobalto-del-congo/

Decine di migliaia di bambini che lavorano in miniera. In condizioni durissime e pericolose. È quanto avviene nella Repubblica del Congo, come ha denunciato Amnesty International in un rapporto in cui si chiede che il governo di quel paese sia costretto a prendere impegni per mettere fine allo sfruttamento di manodopera minorenne... Cobalto e coltan...

_________________________

terza pagina

***

versi & controversi

mario quattrucci

quattro per i saluti

...........................Segretario... risposi... tu stai bene?/sì disse e io chiesi/ce la faremo Segretario? io chiesi/lui rispose forse...      forse ce la faremo.

*************

a nasconderla nemmeno si riesce./          la paura intendo./    o forse soltanto lo sgomento...

**************

anche voltarmi indietro/è un dispendio eccessivo/d'energie che non ho:/un atto insopportabile che sa/già troppo di un addio./eppure...

****************

la luna è nel pozzo e luce non dà/e nemmeno, lo sai, l'hai imprigionata.//un'immane catastrofe ruota sul filo/dei tuoi poveri giorni://se n'è andata per sempre sei solo sei qua... 

__________________________

GIORGIO MOIO

La libertà per un poeta

La libertà per un poeta è data dal convincimento che la poesia deve essere pensata e scritta per la "poesia" e non ad uso e consumo di chi la scrive, che spesso ricorre a ipnotismi, ammiccamenti, pur di venderci un prodotto buono per una distrazione, un momento di relax. È ovvio che tale poesia, per non essere appunto solo un momento di fregola paesana,... 

__________________________

__________________________

STORIE

Francesco Bruni...

ed altri "ciociari"

di Lucia Fabi

.....................In Ciociaria ci sono state molte vittime, prevalentemente contadini, e uomini non organizzati in formazioni partigiane, ma che ugualmente hanno lottato per ostacolare le prevaricazioni e le ruberie operate dai nazifascisti. Nelle nostre zone ci sono state donne e uomini uccisi perché difendevano beni primari, necessari alla sopravvivenza dei loro familiari. Per molti di loro non c'è stato un ricordo, una lapide.... Quanti conoscono queste persone e le loro storie?...

libri & libri

a cura di Valerio Calzolaio

Loriano Macchiavelli

Delitti senza castigo

Un'indagine inedita di Sarti Antonio

Bologna. Tempo fa, 1992-94, anni dello stragismo. Fra rapine e delitti, falsari e attentati s'ingegna il rigoroso incarognito sergente Sarti Antonio, affranto soprattutto perché hanno malmenato il mite Settepaltò (indossa sette regolamentari cappotti per proteggersi dalle radiazioni); tenacemente fino alla fine cercherà anche quel colpevole, correndo non pochi rischi.



_________________________

IL TRENO DA MOSCA

Oltre Edizioni - Diego Zandel

L'avvocato Lucio Manacorda è uscito di recente da una grave crisi esistenziale e professionale. È riuscito a riprendere in mano la propria vita, ma sente di dover affrontare ancora un'impresa per uscire definitivamente dalla sua personale prigione. L'occasione si presenta quando gli capita di trovare sul treno una vecchia copia del romanzo Lucien Leuwen di Stendhal,....  

di Livia Turco

Se il Ministro Salvini incontrasse Maria Josè Mendes Evora, capoverdiana con cittadinanza italiana e leggesse il suo libro, credo si sentirebbe un po' in colpa verso i cittadini nuovi italiani e i tanti immigrati che da molti anni aiutano il nostro Paese ad essere migliore... Un libro che vorrei entrasse in tutte le famiglie italiane...

______________________________________________________________________________