in lucta nobis continue

malablò è un luogo d'incontro. ospita opinioni, racconti, poesie, arte visiva, articoli, saggi

per leggere gli articoli clicca sulla parte sottolineata dei titoli o sui titoli che scendono da NUMERO... - leggi on line:

http//www.malacoda3.webnode.it; https://francescomuzzioli.com/; www.strisciarossa.it; www.unoetre.it

ANTONIO GRAMSCI

PER UNA RIFORMA INTELLETTUALE E MORALE 

«Il "moderno Principe" deve e non può non essere il banditore e l'organizzatore di una riforma intellettuale e morale, ciò che poi significa creare il terreno per un ulteriore sviluppo della volontà collettiva nazionale e popolare verso il compimento di una forma superiore e totale di civiltà moderna. Ma può esserci riforma culturale e cioè elevamento civile del popolo senza una precedente riforma economica e un mutamento nella posizione sociale e nel mondo economico? Perciò una riforma intellettuale e morale non può non essere legata a un programma di riforma economica, anzi il programma di riforma economica è appunto il modo concreto con cui si presenta ogni riforma intellettuale e morale» 

testi e immagini diquesto numero:

Biondani, Bonpadre, Cardini, CGIL, Cochetti, Cuvazza, emmequ, Fiore, Guzzi, Landini, Lubrano, Pasterius, Perez Esquivel, Pirone, Ponge, Prasca, Y. Reza, Risset      


STORIA MEMORIA SOCIETA' 

***********

ripubblichiamo, per chi l'avesse perduta, un'intervista a 

Franco Cardini di Vincenzo Fiore

"Il capitalismo è la vera minaccia per l'umanità"

"La pace e la sopravvivenza dell'umanità sono minacciate dalla concentrazione della ricchezza in poche mani e dalla riduzione della politica a comitato d'affari dell'economia e della finanza"

leggi tutto

Cardini è non solo uno fra i più grandi esperti del Medioevo a livello mondiale, ma anche autore di pamphlet polemici sulla contemporaneità.


Perez Esquivel

Io sto con papa Francesco

L'appello del premio Nobel per la pace argentino a sostegno di Papa Francesco, del suo impegno per l'ambiente, la giustizia, la pace e per una Chiesa chinata sui poveri.                                                              leggi tutto

___________________________________

postille

analfabetismo di ritorno

di Massimo Prasca

Mi capita di leggere scritti di persone adulte, errati nella ortografia e nella grammatica ed approssimativi nella sintassi, al punto tale da farmi venire in mente la necessità sociale per le istituzioni, a cominciare dai Comuni, di istituire corsi di recupero per togliere da una grave analfabetismo di ritorno questi nostri concittadini, altrimenti condannati a non capire, a non conoscere perchè preda dell'ignoranza. E' questo un compito che dovremmo svolgere tutti se vogliamo essere coerenti con quello che affermiamo di essere e magari non siamo. Gratuitamente, come compito sociale, che stiamo veramente messi male, sia oggettivamente che nel confronto con altre nazioni. Leggetevi il Calendario Atlante De Agostini del 2020. Non c'è nulla da ridere.

NEL BEL PAESE

************

Diario d'inverno

di Aldo Pirone

Ghino di Tacco

In questi giorni, complice il ventennale della morte, c'è a destra, fra giornali ed esponenti politici, un rimpianto diffuso per Bettino Craxi. Non mi riferisco ovviamente a quello, comprensibile, di familiari, amici e beneficati ma all'alluvione di ricordi, amputati della verità storica, politica e giudiziaria. Molte le lacrime di coccodrillo di chi, all'epoca, soprattutto nelle TV berlusconiane e fra i giornali della nuova destra nascente, vedi "L'Indipendente" di Vittorio Feltri, coprirono di applausi il giustizialismo simboleggiato dal cappio esposto dal leghista Leone Orsenigo a Montecitorio.    leggi tutto

__________________________________

LA SETTIMANA ENIGMATICA

di Riccardo Cochetti

“Diario satirico per spiriti liberi” 

21 GENNAIO 2020 

Qualora non dovesse risultare sufficiente la quotidiana osservazione del loro ondivago sentiero politico, i vertici 5Stelle hanno voluto meglio ribadire sia lo stato confusionale del Movimento che la comicità insita nel patriarcale corredo genetico, arrivando a conferire a Di Battista niente meno che il ruolo di “responsabile del portale eventi” della piattaforma Rousseau: una non troppo minoritaria corrente interna ha immediatamente sperato che l’incarico potesse ricomprendere anche quello di wedding planner, laddove mirato a convolare ad un proficuo rapporto elettorale con il PD, che invece l’odierno sedicente eroe dei due mondi, il proprio e quello dei suoi 25 lettori, non vede assolutamente con favore. Tanto da aver seccamente rifiutato il prestigioso incarico di Ministro dell’istruzione, inopinatamente propostogli da Di Maio per la successione di Fioramonti, dichiarandosi assolutamente indisponibile ad entrare in un esecutivo con il PD: e pensare che nella circostanza qualcuno si era addirittura illuso di potergli finalmente sentir profferire una frase saggia ed apprezzabile, del genere “Grazie, ma la mia totale inadeguatezza ed incompetenza non me lo permettono.”    leggi tutto

__________________________________

Carmine Lubrano

da "Letania salentina e altre Letanie"

e sono qui a Roca nel Salento a raccogliere sabbie nel vento
a scrivere letanie da letanie come una corrente un torrente che si perde
in aride arene come un flusso di sangue
stanco e da infinite ferite come un corollario di orto e genitali
e tra i fumi della solfatara...         
leggi tutto

*************

Annalucia Cudazzo

L'ESTATICO CANTO PER IL MONDO DI CARMINE LUBRANO. UN VIAGGIO TOTALIZZANTE TRA LE PAGINE DI LETANIA SALENTINA E ALTRE LETANIE

Prima di passare ai contenuti di "Letania salentina e altre Letanie" (JazzPoetry, 2018), il volume necessita di una riflessione dal punto di vista della veste editoriale. Il libro, infatti, si differenzia immediatamente dalle classiche edizioni tascabili di opere, in poesia o in prosa che siano...          leggi tutto

TERZA PAGINA

Poeti del Novecento

Francis Ponge 

La candela

La notte a volte ravviva una pianta singolare il cui bagliore scompone le camere ammobiliate in cespugli d'ombra. //La sua foglia d'ora si regge impassibile nel cavo di una colonnetta di alabastro, attraverso un peduncolo nerissimo.//Le farfalle povere la assalgono preferendola alla luna troppo alta, che vaporizza i boschi. Ma subito bruciate o sfinite bella battaglia, tutte fremono sull'orlo di una frenesia vicina allo stupore.//Intanto la candela, con il vacillare dei chiarori sul libro nel brusco sprigionarsi dei fumi originari, incoraggia il lettore - poi si inclina sul suo piatto, e affoga nel suo alimento.

da Il partito preso delle cose. Trad. di J. Risset leggi tutto

****************************************

Jaqueline Risset

Amor che ne la mente

Amor che ne la mente mi ragiona/Amor che ragiona/che risuona//nell'anima/nel corpo-cuore/e nell'asse di cristallo//vieni con me passeggia con me/lungo il mare/con i granchi//Amor che mi fai pensare/e mi svii ogni pensiero/mi porti frammenti di lui/frammenti passati/ma sorti presenti/immortali://voce frettolosa nel corridoio/la mano che stringe la mano/nel sonno/oppure selvaggio dal volto severo/senza rispondere.

da Amor di lontano, Einaudi 1993

Nino Lo Cascio Pasterius

Paolo Guzzi

A Nino, De amicitia

Non più cinema, il pomeriggio all'Eden, al Giulio Cesare/Non più carbonare e polpette e vino dei Castelli,/non più mostre d'arte con gli artisti, né presentazioni di libri,néJung,né Modica o Salvatore,o Daniela, né Bruno o Ilaria,/non più Parigi a rue desdeux Ponts, né Galerie Satellite,/non più Michel e Giovanna, né Brunò e Marie o Nathalie,/né Velio o la vita Felice,/soltanto buio e ombra," ben oltre la disperazione".

Paolo, Novembre 2019

COLOMBA

Antòn Pasterius, di origine moldava, vissuto a Parigi, psichiatra e psicoanalista junghiano, è autore di testi scientifici ma anche di libri di poesia, di novelle, di romanzi, di aforismi. Pasterius è anche artista e ha esposto collages e foto in molte gallerie a Roma e a Parigi...

leggi tutto


Bella figura 

di Yasmina Reza

by Rita Bompadre (RAI Cultura)

"Bella figura" della drammaturga Yasmina Reza è un seducente e provocatorio omaggio al teatro in cui le parole alzano il sipario sugli inganni di ogni dissimulazione umana e rapiscono il comportamento suscettibile degli attori. Il sentimento interiore di ogni personaggio è un frammento crudele di inesorabile sconfitta, recitato grazie ad un'elegante e rarefatto mistero di perbenismo, imprevedibile ed indefinibile, prima e dopo il quale non c'è nulla.  

****************************

LIBRI & LIBRI

a cura di VALERIO CALZOLAIO

Il mappamondo di Giacomo

Leopardi, l'antico, un filosofo indiano, il sublime del qualunque

Gilberto Lonardi, Marsilio Venezia, 2019, Pag. 274 euro 25

Da Recanati (anche) verso est. Leopardi (1798-1837). Sono decenni che l'ottimo professore di Storia della letteratura italiana Gilberto Lonardi (Verona, 1937) rivolge attenzione e studio al sommo recanatese, cercandolo dalla sponda della prima modernità, per varie vie, nell'antico. Questo è il terzo volume di una trilogia e riflette in particolare sulla definizione proposta da Gioberti per Leopardi e Vico, solitari risplendenti "soli nomadi". Lo stesso titolo ne deriva, uno sguardo orizzontale, del mappamondo più che del calendario, che privilegia la forma-spazio e consente meglio di sottolineare le influenze (spesso poco approfondite in passato) dei libri presenti in biblioteca sull'Oriente, tra Persia e India, Ahriman e Buddha. Il bel libro (pur con linguaggio troppo autoreferenziale) è suddiviso in cinque parti (da cui i sottotitoli) e undici capitoli, alcuni dedicati a singoli componimenti, l'ultimo che aiuta a capire perché il titolo "Canti" fu scelto nel 1831.

v.c.

La storia del giallo in 50 investigatori

Luca Crovi, Letteratura, Centauria, 2019

Pianeta Terra. 1841 (Dupin) - 2013 (Schiavone). Alcuni fanno risalire la figura del primo investigatore al Dio della Bibbia, altri citano i testi di Sofocle, Erodoto, Eliodoro o Le Mille e una notte (900 d. C.), altri ancora Shakespeare o Voltaire. Tutti gli studiosi concordano però che, se si deve trovare un padre nobile e consapevole del genere della detective story, il dito va puntato verso l'americano Edgar Allan Poe e verso il suo eccentrico Auguste Dupin. Dopo di lui un diluvio di personaggi mitici, espressione di tutti i continenti e di quasi tutti i paesi e di molte lingue, uomini e donne (pure italiani ovviamente, una decina), singoli individui o coppie o squadre, narrati in prima o in terza persona, individuati in romanzi seriali o unicum, come (anche solo) nei fumetti e in televisione. Il bravissimo esperto, conduttore radiofonico e fumettologo Luca Crovi (Milano, 1968) ha selezionato cinquanta celebri investigatori, ne ha compilato una scheda essenziale (creatore, data della prima apparizione, descrizione in poche parole, eventuali soprannomi e attori chiamati a interpretarli), ne ha poi narrato sulla base delle fonti certe un godibile arguto ritratto condensabile in una cartella per ciascuno. L'elenco in ordine alfabetico inizia dall'87° Distretto (McBain, 1956) e termina con Nero Wolfe (Stout, 1934). Credo che vi siano solo due di loro che vanno attribuiti alla stessa penna, quella dell'immensa Agatha Christie (Miss Jane Marple 1927 e Poirot 1920). Dai fumetti vengono Batman 1939, Dylan Dog 1986, The Spirit 1940, Dick Tracy 1931; dalla televisione (americana e italiana) i tenenti Colombo 1960 e Sheridan 1959. Apprezzabile il notevole competente equilibrio nella scelta; ogni lettore potrebbe segnalare una propria ingiustificata presenza o assenza, però l'insieme tiene davvero bene conto dei quasi due secoli della articolata storia culturale di un genere di globali successo e diffusione, con protagonisti imprescindibili per quasi ogni letteratura nazionale.

Il volume è un buon regalo per tutti gli appassionati, divertente senza pedanterie. Nell'introduzione l'autore offre spunti curiosi innanzitutto di carattere storico e comparato, con paragrafi essenziali: chi è stato il primo e quali sono stati i primi veri passi; la nascita di Sherlock Holmes; la scuola francese e spagnola; i gialli scientifici, psicologici, a enigma; la semplice arte americana del delitto; l'arrivo dei serial killer; il cambio del mercato e i nuovi private eye; i neri di Goodis, Thompson e Himes; poliziotti indiani, russi e americani; ergastolani e mafiosi; legal e autoptic thriller; la scuola italiana; noir e thriller nordici; fumetto, illustrazione e televisione. Segue la disamina del gergo della suspense, ovvero un piccolo glossario dei termini giallo, hard-boiled, mystery, noir, pulp, thriller, spy-story, procedural, polar. Non poteva mancare prima dell'elenco un ironico originale decalogo delle regole del genere, partendo dalle venti individuate nel 1928 da Wright (S.S. Van Dine). Il tutto corredato da un'accurata grafica (gialla) e da belle illustrazioni a colori di Angelo Montanari; nelle stesse pagine dedicate ai magnifici 50 a destra c'è il testo, a sinistra un disegno specifico, il cappello degli agenti per l'87°, la nuca e la vestaglia con orchidee per Wolfe. Una (parziale) bibliografia completa il bel volume di feconda frequente consultazione, mentre manca l'indice dei nomi.

v.c.

Giallo e/o noir

https://it.wikipedia.org/wiki/Edgar_Allan_Poe

Brigantesse. Storie d'amore e di fucile

Andrea Del Monte, Ponte Sisto, Roma, 2019,Pag. 187 euro 18 (con CD allegato)

Italia. Ottocento. Il brigantaggio è una delle pagine più controverse della nostra storia. Gli studi hanno riguardato quasi sempre il mondo maschile, qui vengono invece narrate giovani donne che la necessità e l'istinto di sopravvivenza trasformarono in guerrigliere. Biografie romanzate (ma non inventate) capaci di ritrarre ragazzine, precocemente fatte donne, bandite dalla società, protagoniste di gesta cruente. Scrittori e poeti hanno scritto il testo di 13 canzoni che il chitarrista e compositore Andrea Del Monte (Latina, 1983) ha poi musicato (ascoltabili nel CD allegato), gli stessi o altri hanno riassunto brevi note biografiche o versi collettanei su una trentina di "Brigantesse". L'autore ha ritrovato foto che corredano i testi e ha intervistato insieme ad altri collaboratori una decina di personaggi competenti (Sabrina Ferilli, De Cataldo, Guerri, Bennato, Maria Rosa Cutrufelli fra gli altri), completando il volume con utili informazioni e parziale bibliografia.

v.c.